Cosa vedere a Montalcino
La città del famoso Brunello

Che cosa è possibile vedere a Montalcino? Montalcino è un bellissimo borgo medioevale, circondato da mura perfettamente conservate, la rocca che domina la cittadina si erge su una collina di 400 metri immersa in un territorio tra i più belli d’Italia, il panorama si arricchisce con il monte Amiata, la Val d’Orcia e le colline della Maremma. La collina e i terreni intorno sono zona di produzione dello storico vino Brunello di Montalcino invecchiato per almeno 5 anni, con il Rosso di Montalcino, suo compagno meno nobile che viene imbottigliato dopo un solo anno di invecchiamento.

Cosa vedere nel piccolo borgo di Montalcino?


Il borgo è rimasto come un tempo, si apre come uno spettacolo medioevale agli occhi del turista che percorre la strada che lo accompagna verso la Rocca costruita nel 1361, dalla fortezza si apre lo spettacolo naturale attraversato dai fiumi Ombrone, Asso e Orcia, la terra sembra addormentata nelle sue sinuosità con alberi e vigneti che dipingono il panorama nel silenzio del vento.

Dove è posizionato Montalcino?


Montalcino si erge a 100 km dagli Appennini, e 40 Km dal mare, il clima è asciutto, ma con caratteristiche continentali tra il mare e le montagne, le nebbie e le gelate sono presenti raramente per il vento che aiuta le piante ad non essere colpite dai malanni. Durante la fase vegetativa la vite si trova in un clima perfetto con un tempo atmosferico che assicura la maturazione dei grappoli.
Lo stemma della città è formato da un leccio sopra tre monti, forse il nome Montalcino deriva da Mons Licinus (Monte dei Lecci), la città fu spesso al centro di dure contese contro Siena e con Siena contro Firenze; con la sua rocca protetta da spesse mura era inespugnabile e rimase per molto tempo libero comune. La fortezza ora diventa sede di eventi e concerti che uniscono la buona musica con il buon bere.

I Palazzi storici di Montalcino:


Il Palazzo dei Priori sede del comune con la sua torre stretta e lunga si affaccia su Piazza del Popolo. Le chiese di Sant’Agostino, Sant’Egidio e San Francesco, sono da visitare, con lo storico Museo del Vetro all’interno del Castello di Poggio alle Mura, in questo museo si ripercorre la storia del vetro, dalle sue lavorazioni più antiche come quelle egizie e romane fino a quelle dei maestri veneziani. Passeggiare per i vicoli tra i negozi, caffè e ristoranti acquistando una buona bottiglia di vino per completare la gita è quello che non può mancare visitando Montalcino.
A pochi minuti da Montalcino è situata l’Abazia di Sant’Antimo, secondo la leggenda fu fondata da Carlo Magno nel 781 , nel suo ritorno da Roma. Quando la peste colpì le sue truppe, un angelo apparso gli disse di far bere ai suoi uomini un infuso di erbe dei luoghi. La peste fu sconfitta e il re fece costruire l’Abazia come ringraziamento.

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@tavernadelpecorino.it