Pecorino di Pienza
Come riconoscere la qualità

Uno dei prodotti tipici più amati e conosciuti della Val d'Orcia è sicuramente il "cacio pecorino"...di Pienza ovviamente!

Una meraviglia per il nostro palato la cui qualità è garantita dal disciplinare che ne definisce provenienza e principali caratteristiche.

Esiste una grande varietà di pecorino da quello fresco al più stagionato, da quello
stagionato sotto la cenere o in grotta o ancora nelle botti di legno con la vinaccia-l’ubriaco; nei vasi di terracotta, detti ziri, con il fieno, con le foglie di noce o con la crusca; aromatizzato con pepe o peperoncino; arricchito con tartufo o noci. Insomma ce n'è per tutti i gusti!

Come si mangia il cacio pecorino? Semplicemente da solo per uno spuntino veloce o abbinato a una buona fetta di pane toscano e un bicchiere di vino oppure da utilizzare in varie ricette secondo la vostra fantasia.

Abbinamenti
|Pecorini freschi da abbinare a frutta fresca di stagione o alle fave fresche.
Se volete un vino perfetto...giovane o bollicine.

Pecorino con stagionatura media il più famoso è senza dubbio quello rosso, che deve la sua colorazione al succo di pomodoro con cui viene massaggiato quando viene messo a stagionare. E’ perfetto con i salumi e con i vini giovani, sia bianchi che rossi.

Pecorini stagionati si caratterizzano da sapori decisi e si abbinano perfettamente pere, fichi e frutta secca. Il vino perfetto? Brunello di Montalcino o Nobile di Montepulciano!

Vuoi Informazioni?
Invia adesso la tua richiesta.
info@tavernadelpecorino.it